11 Maggio 2020 /Luca Conti

Come prepararsi alla prima lezione yoga e vivere felici

Lo yoga è una pratica che ha bisogno di pochi investimenti. Per cominciare a casa è sufficiente un tappetino e un abbigliamento sportivo da palestra: una tuta da ginnastica o pantaloncini e maglietta. Non servono né scarpe sportive, né calzini, perché lo yoga si fonda su posizioni in cui la percezione del terreno è fondamentale, per trovare equilibrio e baricentro. Oltre al tappetino possono essere utili altri accessori, per agevolare alcune posizioni, ma l’acquisto non è indispensabile. Un centro yoga in genere offre ai suoi frequentanti tutto il materiale necessario, tappetino incluso: se non intendi praticare yoga a casa, basta quindi un abbigliamento sportivo comodo e niente altro.

Il tappetino

Seppur lo yoga non sia da considerare una ginnastica, ma una ricerca dell’equilibrio e dell’unione tra mente e corpo, attraverso alcune posizioni, l’ambiente in cui si pratica dovrebbe avere una temperatura sufficiente a stare scalzi senza sentire freddo. Chi ha un pavimento di legno potrebbe anche fare a meno del tappetino. Per tutti gli altri è bene averne uno, per non disperdere calore e aumentare l’attrito che aiuta a mantenere l’equilibrio in alcune posizioni più sfidanti.

Sul mercato esistono tappetini di varie forme e colori. I fattori da tenere in considerazione sono:

  • lunghezza: devi poterti sdraiare senza toccare il pavimento;
  • spessore: più è spesso, più saranno comode le posizioni in cui ti troverai in ginocchio;
  • celle aperte o chiuse: il primo assorbe maggiormente il sudore e va pulito con attenzione, il secondo offre meno attrito ma in genere è più economico.

Il mattone yoga

Il mattone yoga (brick yoga in inglese), detto in italiano anche blocco, non è indispensabile per cominciare, ma può essere indispensabile, soprattuto ai principianti, per agevolare alcune posizioni. Dallo stare seduti eretti con le ginocchia appoggiate a terra, all’appoggio durante piegamenti quando non ti è possibile toccare terra, il mattoncino torna utile in varie situazioni. La schiena va tenuta sempre diritta e la posizione va tenuta senza sforzi. Il blocco, in questa chiave, diventa strategico.

Anche per i blocchi esistono vari materiali, ma fondamentalmente si dividono in due categorie:

  • mattone yoga morbido: il materiale è la schiuma EVA, materia plastica; la morbidezza può permetterne l’uso in alternativa a un cuscino, in alcune posizioni ed è meno caro;
  • mattone yoga rigido: svolge le stesse funzioni di quello morbido, ma i materiali con cui è realizzato – sughero o bambù – lo rendono più durevole ed è preferito da chi preferisce soluzioni naturali e sostenibili.

La cinghia

La cinghia rientra gli accessori non indispensabili, ma utili per i principianti. In alcune posizioni va tenuta una tensione negli arti e la cinghia è funzionale a questo scopo. La si può far passare sotto la pianta del piede quando la gamba è in tensione, sospesa in aria, o la si può usare quando la posizione prevede di prendersi con le mani, ma lo spazio che le separa è incolmabili, per mancanza di flessibilità. In tutte queste situazioni la cinghia aiuta a raggiungere la posizione con maggiore facilità e minor sforzo. Con la pratica e la pazienza, l’uso della cinghia sarà via via minore.

Il libro: Yoga for dummies

YouTube è pieno di lezioni gratuite, per principianti e non, ma prima di cimentarsi il mio consiglio è di prendere confidenza con le basi dello yoga attraverso un libro. In libreria ne trovi in quantità. Quello che ti consiglio è Yoga for dummies (Hoepli, 2017), scritto da Georg Feuerstein e Larry Payne, considerati tra i due maestri yoga più influenti d’America.

Si tratta di una guida completa, con tutto ciò che devi sapere sullo yoga, dalle posizioni più semplici, alle tecniche di rilassamento per evitare gli incidenti più comuni. Il libro comprende suggerimenti sulle posizioni migliori per tutti, dalle persone di mezza età a quelle in età più avanzata, fino a quelle per le coppie; non mancano consigli su come gestire con lo yoga i dolori cronici.

I cuscini

Per tutte le posizioni yoga da seduti, un cuscino aiuta a rimanere diritti con la schiena eretta, comodi e in grado di sostenere le posizioni senza sforzo. Ne esistono diversi, alti e bassi e in un negozio specializzato puoi trovare quello più adatto a te.

L'approccio giusto per avere risultati dall'esercizio fisico

La vita sedentaria a cui è abiutata la maggior parte di noia non aiuta né a tenersi in forma, né a perdere peso. Per prendere un po’ di tonicità muscolare o semplicemente piacerci di più davanti allo specchio serve adottare qualche nuova abitudine, tenendo conto che i comportamenti non si cambiano da un giorno all’altro e che i risultati non sono immediati.

23 Luglio 2020 / Luca Conti

Lo yoga che fa per te: come scegliere il maestro e lo stile più adatto a te

Mai come in questo momento lo yoga è sulla bocca di tutti. Pur essendo una disciplina millenaria, diffusa in occidente da decenni ormai, orientarsi dopo aver sviluppato una naturale curiosità non è immediato, soprattutto per chi non lo ha mai praticato.

3 Agosto 2020 / Luca Conti

La magica dozzina

L’alimentazione è un fattore chiave nel determinare il tuo benessere psicofisico. Avere un regime dietetico equilibrato è il segreto per vivere in salute più a lungo. Districarsi tra centinaia di consigli online, la dritta dell’amica che ha funzionato, il libro del (presunto) esperto che ti tenta in libreria, non è per niente facile.

16 Giugno 2020 / Luca Conti